Albergatore trova un orsetto dentro una vecchia botte

Per farlo uscire l'uomo e un suo dipendente hanno dovuto togliere le doghe per creare all'animale una via di fuga: appena c'è stato lo spazio sufficiente l'orso è scappato fuori correndo verso il bosco

Un albergatore di Ruffrè, sul passo della Mendola, si è trovato alle prese con un problema inaspettato da risolvere. Normale amminisatrzione per un impenditore anche se in quarant'anni di professione - ammette - una situazione così non gli era mai capitata. Qualche giorno fa, di mattina presto, l'abergatore, Franz Vescoli, è uscito sul piazzale del suo albergo per prendere un po' d'aria, quando ha avvertito dei rumori strani provenire da una grossa botte (alta circa 3 metri e con 2 metri di diametro). Dentro la botte ci sono una panca ed un tavolo. Incuriosito dai rumori Vescoli ha chiamato un suo dipendente e assieme hanno dato un'occhiata: dentro c'era un cucciolo di orso. L'orsetto, appena i due si sono avvicinati, si è infilato sotto il tavolo e a nulla sono valsi i tentativi di farlo uscire battendo sul legno con le mani per far rumore. Vescoli e il suo dipendente, a quel punto, hanno pensato che la cosa migliore fosse levare qualche doga dalla vecchia botte per creare all'orsetto una via di fuga. E l'animale l'ha colta al volo appena si è creato lo spazio giusto, correndo fuori dalla botte e infilandosi nel bosco vicino per poi sparire tra gll alberi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento