Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Rossi a Roma per l'emergenza profughi: "Usiamo le caserme e diamo loro un lavoro"

Le proposte del governatore trentino a margine della riunione odierna alla Conferenza delle Regioni: "Usiamo le caserme dismesse per accoglierli, servono norme speciali per poterli impiegare in lavori sociali, necessario il coinvolgimento dei Comuni"

"Sull'emergenza profughi serve un coordinamento tra Stato, Regioni e Comuni" così ha dichiarato all'agenzia Ansa il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, oggi a Roma alla Conferenza delle Regioni convocata d'urgenza sulla questione. Il coinvolgimento delle amministrazioni locali, anche comunali, resta la priorità per il governatore trentino che a margine della riunione ha detto che la direzione presa dalla Conferenza delle Regioni è proprio questa, "anche se ci sono sensibilità diverse".

In una nota di un'altra agenzia, Askanews, è riportata una proposta avanzata da oggi Rossi: "Usiamo le caserme dismesse per accogliere i profughi" e ancora "servono norme straordinarie per dare loro la possibilità, una volta accolti, di essere impiegati in lavori socialmente utili". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rossi a Roma per l'emergenza profughi: "Usiamo le caserme e diamo loro un lavoro"

TrentoToday è in caricamento