rotate-mobile
Cronaca Rabbi

Renato Magnoni è morto mentre lavorava in cantiere

Subito è scattato l'allarme e sul posto sono arrivate le forze dell'ordine e i soccorsi

Renato Magnoni è morto martedì mattina dopo aver accusato un malore mentre lavorava in cantiere. Subito è scattato l'allarme e sul posto sono arrivate le forze dell'ordine e i soccorsi, che hanno fatto di tutto ma per lui, 55 anni di Rabbi, non c’è stato niente da fare.

La tragedia si è consumata martedì mattina nel cantiere di un residence nella frazione di Folgarida, in val di Sole. L’uomo ha accusato un malore, si è accasciato a terra e poi non si è più ripreso. Lascia i tre figli e la compagna. Magnoni era molto noto nella comunità di rabbi, che si stringe intorno alla sua famiglia. Aveva lavorato per anni come cuoco, per poi lanciare la propria attività specializzata nel legno. 

Sarebbe stato un arresto cardiaco a spezzare la vita di Magnoni ma sul corpo, come di prassi, è stata comunque disposta l'autopsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renato Magnoni è morto mentre lavorava in cantiere

TrentoToday è in caricamento