Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Sei rapine in 24 ore appena uscito dal carcere, minaccia le vittime con una siringa

Minacciava le vittime con una siringa dicendo di essere sieropositivo e chiedendo soldi in cambio del cellulare, precedentemente sottratto con la scusa di una telefonata

foto: obviously_c via flickr.com

E' stato identificato ed arrestato il ventiseienne che nella giornata di ieri avrebbe messo a segno sei rapine in meno di 24 ore, minacciando le vittime con una siringa. Le ricerche dei carabinieri sono scattate ieri pomeriggio in tutto il centro storico. Il giovane è stato intercettato a bordo della sua bicicletta e perquisito: aveva con se le due siringhe usate per le rapine, inoltre la bici è risultata rubata.

Dalle informazioni raccolte dalle vittime è emerso che il  rapinatore chiedeva in prestito il cellulare con il pretesto di chiamare i suoi familiari. Una volta avuto il telefonino estraeva la siringa dicendo di essere sieropositivo e puntandola contro le vittime. Chiedeva poi denaro in cambio della restituzione del cellulare. In due casi le vittime si sono rifiutate di consegnare il denaro ed il rapinatore si è tenuto il cellulare.

Dagli accertamenti efettuati presso la caserma di  via Barbacovi è emerso che il ventiseienne era appena uscito dal carcere di Spini dove si trovava recluso dall'agosto del 2013 per fatti analoghi. E' tornato tra lemura del carcere in nottata a disposizione dell'Autorità giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere di rapina aggravata ed estorsione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei rapine in 24 ore appena uscito dal carcere, minaccia le vittime con una siringa

TrentoToday è in caricamento