rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Accoglienza invernale

Il gelo torna a far paura: attivato il “Piano di emergenza freddo”

Fino a domenica 22 gennaio Casa Sant’Angela apre le porte ai senzatetto per permettere loro di passare queste notti al caldo

La Provincia ha attivato ufficialmente martedì 17 gennaio il “Piano di emergenza freddo”, vale a dire quel pacchetto di misure straordinarie per dare rifugio a clochard e senzatetto in queste notti particolarmente rigide.

Fino a domenica 22 gennaio, quindi, Casa Sant’Angela accoglierà i senza fissa dimora per le ore notturne, permettendo loro di dormire al caldo e in un ambiente confortevole. Si tratta della seconda attivazione del piano nel corso di questo inverno; un inverno che, purtroppo, nel vicino Alto Adige ha anche mietuto una vittima a causa del freddo.

Così l’assessore provinciale alla salute Stefania Segnana: “Con questa attivazione possiamo contare su 22 posti letto in più, grazie alla preziosa collaborazione di Fondazione Comunità Solidale. Si tratta di un potenziamento che, in attuazione della programmazione strutturata degli interventi in materia, si attiva in caso di eventi particolari o emergenziali. I nuovi posti letto si aggiungono ai 234 complessivamente messi a disposizione delle persone senza dimora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gelo torna a far paura: attivato il “Piano di emergenza freddo”

TrentoToday è in caricamento