menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidenti in montagna, controlli via internet sulle piste da sci

Progetto SicurSkiWeb: raccolta dati è invio in tempo reale ad una archivio telematico gestito dalla polizia che mette in relazione i casi di incidenti con i passaggi giornalieri o stagionali della singola pista

Questa mattina a Trento il Questore Giorgio Iacobone ha firmato il un protocollo tra la polizia di Stato, la Fondazione Bruno Kessler ed i gestori degli impianti sciistici di Pampeago e Pinzolo. L'obiettivo è reaizzare una piattaforma sperimentale per aumentare la sicurezza dello sci da discesa.

Il progetto si chiama SicurSkiWeb e, grazie all’uso di strumenti di rilevazione innovativi e dei sistemi informatici, fornirà dati in tempo reale per la creaione di un database multimediale gestito direttamente dalla polizia. Lo scopo è quello di individuare in anticipo le aree di maggior rischio e di realizzare, anche in tempo reale, strategie mirate di prevenzione degli incidenti.
 
Il primo passo del progetto SicurSkiWeb prevede la raccolta dei dati da parte degli agenti che si occupano di soccorso e sicurezza in montagna. I dati raccolti, inviati in tempo reale alla centrale operativa della polizia, saranno inseriti nel database, consentendo una costante valutazione dell'evoluzione del rischio sulla pista: sarà possibile accedere - da stazioni fisse, mobili, o via web – ad una piattaforma che, mettendo in relazione i dati storici relativi agli incidenti con i dati sui passaggi giornalieri o stagionali della singola pista, consentirà di prevedere in anticipo eventuali punti critici.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento