rotate-mobile
Alto Adige

Evade (ancora) dai domiciliari, ma la caccia all’uomo dura poco

Nei guai un cittadino macedone arrestato dai carabinieri di Postal e Naturno e portato in carcere a Bolzano

Doveva scontare i domiciliari nella propria abitazione a Postal ma, per una serie di motivi dei quali dovrà dare spiegazione alle forze dell’ordine, ha pensato bene di evadere e di darsi alla latitanza. Quest’ultima, però, è durata poco per un cittadino macedone arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri di Postal e Naturno.

L’uomo doveva scontare una pena ai domiciliari emessa dal tribunale di sorveglianza de L’Aquila per furto, senza dimenticare che lo scorso marzo le forze dell’ordine altoatesine lo avevano trovato a bordo di un’auto rubata e, anche in quell’occasione, era evaso dai domiciliari. Un recidivo, quindi, che questa volta ha provato in tutti i modi a rendersi irreperibile.

Non ha avuto molta fortuna, visto che le indagini dei carabinieri li hanno rapidamente condotti al nuovo nascondiglio del macedone, dove lo hanno aspettato per mettergli le manette ai polsi e condurlo in carcere a Bolzano per scontare la sua pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade (ancora) dai domiciliari, ma la caccia all’uomo dura poco

TrentoToday è in caricamento