rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via delle Orfane

Portela, la Questura stoppa le ronde? Borga interroga

Il consigliere della Civica Trentina si schiera a fianco del comitato "Presenza Civile in Portela" e chiede al presidente Rossi di intervenire

Il comitato "Presenza Civile in Portela" sospende le ronde, sembra che la richiesta sia arrivata dalla Questura in seguito alleminacce ricevute dai vigilantes da parte di alcuni frequentatori non proprio pacifici della zona. La  questione finisce ora sullla  scrivania  del presidente della Provincia Ugo Rossi grazie ad un'interrogazione del consigliere di Civica Trentina Rodolfo Borga.

"Crediamo che a nessuno sfugga l’assoluta gravità della motivazione fornita dalla Questura, che certamente un tale “consiglio” non avrebbe dato se non avesse ritenuto che effettivamente i cittadini, in assenza di congrua “scorta”, avrebbero corso il rischio di essere aggrediti - si legge nella premessa - così come non sfugge a nessuno che l’eventuale sospensione dell’iniziativa per ragioni di sicurezza costituirebbe una chiara vittoria per delinquenti e violenti, che di fatto verrebbero riconosciuti come i padroni del quartiere".

Borga chiede dunque al presidente Ugo Rossi di intervenire pubblicamente a sostegno del comitato e di convocare un incontro con Questore, Commissario del Governo (accusati di "omertosa tolleranza" dal consigliere) e con il sindaco di Trento Alessandro Andreatta per discutere, anncora una volta, la questione sicurezza nel quartiere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portela, la Questura stoppa le ronde? Borga interroga

TrentoToday è in caricamento