Cronaca

Picchiata e minacciata anche mentre è incinta: divieto di avvicinamento per marito

L'ex compagno è accusato di aver molestato e aggredito più volte la dona, anche quando era incinta, nell'arco di 4 anni

Repertorio

Ripetute percosse, ingiurie, minacce gravi e lesioni volontarie da parte del marito. È l'incubo che una donna avrebbe vissuto a partire dal 2015. Nei confronti dell'uomo, un cittadino tunisino residente a Trento, la Procura del capoluogo ha deciso un divieto di avvicinamento alla ex compagna, provvedimento che è stato eseguito dalla squadra mobile.

La misura cautelare nei confronti dell'uomo, accusato di maltrattamenti e stalking, si è resa necessaria perché, in seguito alle indagini condotte dalla polizia, è emerso un quadro di ripetute violenze nei confronti dell'ex compagna. Il tunisino avrebbe continuato a perseguitare la donna anche quando lei aveva interrotto la convivenza, rivolgendosi al questore di Trento e trovando accoglienza in una comunità. 

Le indagini avrebbero evidenziato episodi di grave violenza psicologica e fisica anche quando la donna era incinta. L'uomo è riuscito a rintracciare la vittima persino nella comunità dove si trovava ospite, dove l'avrebbe più volte molestata, fino ad aggredirla in un locale pubblico. L'incubo, ora, è finito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e minacciata anche mentre è incinta: divieto di avvicinamento per marito

TrentoToday è in caricamento