Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Panizza deposita un ddl per rendere pubbliche le mappe catastali di Trento e Bolzano

Un disegno di legge per dare effettività ad un'altra legge del 2000, "pressochè inapplicata" secondo il senatore trentino che chiede la notificazione delle modifiche catastali

Una legge vecchia di 15 anni, mai applicata. Per chiederne l'applicazione il senatore trentino Franco Panizza ha depositato un disegno di legge: la questione riguarda solamente le province di Trento e Bolzano, che com'è noto hanno un catasto in parte diverso da quello nazionale, di origine ottocentesca. Con l'aggiornamento delle mappe catastali non si è però provveduto a notificare ai proprietari eventuali modifiche.

"Già a partire dalla seconda metà degli anni Ottanta - spiega Panizza - ci sono stati due interventi normativi volti ad aggiornare le mappe catastali, per correggere quegli errori e le imprecisioni che le trascrizioni come la semplice usura delle mappe, col tempo avevano prodotto. Non dimentichiamoci infatti che, ad esempio, una parte delle nostre mappe sono di origine ottocentesca ex-austriaca".

"Con un'altra legge del 2000 è stata data disposizione di notificare a ogni singolo proprietario o intestatario catastale interessato, delle avvenute modifiche. Questa legge però - continua il Senatore - è rimasta pressoché inapplicata, non di certo per cattiva volontà, quanto per la vastità delle aree interessate, della relativa enorme mole lavoro e per il costo economico che ogni singola modica avrebbe per la pubblica amministrazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panizza deposita un ddl per rendere pubbliche le mappe catastali di Trento e Bolzano

TrentoToday è in caricamento