rotate-mobile
Cronaca Tonadico / Cima dei Bureloni

Pale di San Martino, scialpinista scivola per 400 metri e muore

Uno scialpinista di 52 anni di Mantova è morto dopo essere scivolato per 400 metri in un canalone durante la discesa dalla Cima dei Bureloni, sulle Pale di San Martino. L'uomo ha perso il controllo degli sci sul pendio ghiacciato a circa 3.000 metri di quota

Tragedia nel pomeriggio sulle pale di San Martino al confine tra provincia di Trento e provincia di Belluno. Uno scialpinista di 52 anni di Mantova è morto dopo essere scivolato per 400 metri in un canalone durante la discesa dalla Cima dei Bureloni, sulle Pale di San Martino. L'uomo ha perso il controllo degli sci sul pendio ghiacciato a circa 3.000 metri di quota, scomparendo alla vista dei compagni, che hanno lanciato l'allarme al 118. Sul posto è stato inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che ha individuato il corpo dello scialpinista, scivolato per circa 400

metri lungo il canale che porta alla Val Venegia.  La salma è stata ricomposta, barellata, e recuperata con un verricello di 20 metri per essere trasportata fino in piazzola a Falcade, e successivamente alla cella mortuaria di Caviola.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pale di San Martino, scialpinista scivola per 400 metri e muore

TrentoToday è in caricamento