Cronaca Via dei Colli

Il Sacrario di Rovereto ora è degli Alpini

Passaggio di consegne ad Asiago tra i direttore di Onorcaduti ed il presidente nazionale dell'ANA: saranno gli alpini trentini a prendersi cura del Sacrario militare di Castel dante, compresa la gestione delle aperture. Negli ultimi anni il mausoleo era rimasto chiuso nei giorni festivi per mancanza di personale

Saranno gli alpini trentini a prendersi cura del Sacrario militare di castel Dante a Rovereto, gestendo l'apertura al pubblico anche nelle giornate festive, particolare di rilievo visto che negli ultimi anni il mausoleo era rimasto chiuso di domenica e nelle festività, compresa quella di Ognisanti, per carenza di personale.

Il passaggio di consegna è stato sancito oggi, ad Asiago, con un accordo sottoscritto dal presidente nazionale dell'ANA Sebastiano Favero ed il tenente colonnello Mauro Pigliacelli, direttore dei Sacrari militari del Trentino Alto Adige e del Veneto orientale per conto del Commissariato Generale Onoranze ai Caduti, organismo del Ministero della Difesa conosciuto anche come Onorcaduti. Alla firma erano presenti il presidente dell'ANA di Trento Maurizio Pinamonti ed il vicesindaco di Rovereto Gianpaolo Daicampi.

Riguardo allo stato di abbandono, strutturale e gestionale, in cui versa l'ossario di Rovereto si era speso in estate anche il senatore Franco Panizza che aveva chiesto l'intervento del Governo per sollecitare lavori di manutenzione. Con il passaggio di competenze di oggi le risorse potrebbero venire direttament dalla Provincia, tramite l'ANA di Trento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sacrario di Rovereto ora è degli Alpini

TrentoToday è in caricamento