Omicidio di Carisolo, battaglia di perizie sulla capacità d'intendere

Secondo i periti della difesa Ina Celma al momento dei fatti sarebbe stata completamente incapace di intendere e di volere; per il gip la donna avrebbe sofferto di semi-infermità mentale. Per la parte civile, infine, Ina Celma sarebbe sana di mente

Ina Celma e il luogo del delitto

Omicidio di Carisolo. Il pm chiede 14 anni per Ina Celma, la donna accusata di aver ucciso il findanzato Marco Chiapparoli nell’ottobre del 2011. Ieri l’udienza in cui si sono confrontate le varie perizie sulla donna. Secondo i periti della difesa Ina Celma al momento dei fatti sarebbe stata completamente incapace di intendere e di volere; di diverso avviso il gip, per il quale la donna avrebbe sofferto di semi-infermità mentale. Per i consulenti della parte civile, infine, Ina Celma sarebbe invece sana di mente. La donna è tuttora ricoverata nell’ospedale giudiziario di Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova. La sentenza potrebbe arrivare a fine mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento