menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore dopo essersi tuffato nel Leno

Il 45enne lituano Balciunas Vitalijus, si era tuffato nel torrente Leno martedì sera ed era stato recuperato dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco in condizioni disperate. L'uomo è arrivato in ospedale in ipotermia e in arresto cardiaco dopo aver ingerito moltissima acqua

Non ce l'ha fatta Balciunas Vitalijus, il 45enne lituano soccorso in acqua a Rovereto martedì sera dopo che si era tuffato nel torrente Leno assieme ad altri due connazionali all'altezza di Ponte Forbato. L'uomo è morto nella notte all'ospedale Santa Chiara dove era stato operato di urgenza al cuore poche ore dopo il suo arrivo. Vitalijus era stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco dopo 15 minuti passati sott'acqua. Dopo il tuffo l'uomo è stato probabilmente colto da un malore. A quell'ora la temperatura dell'acqua nel Leno era molto bassa, attorno ai 10 gradi. I compagni hanno dato l'allarme immediamente ma Vitalijus è arrivato in ospedale in ipotermia e in arresto cardiaco dopo aver ingerito moltissima acqua.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, un altro lutto e +220 contagi

  • Attualità

    Sicor, sostegno da "tute blu" e studenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento