Unifarm: multa da 70mila euro dall'antitrust per colpa delle foto di Belen Rodriguez

Non sono state delle foto hot a "scandalizzare" il garante per la concorrenza che ha multato l'azienda farmaceutica trentina, besì un servizio sulla showgirl neo-mamma in cui sarebbe visibile e citato in didascalia un particolare tipo di latte in polvere prodotto a Ravina

Foto "incriminate" di Belen Rodriguez hanno messo nei guai l'azienda trentina di prodotti farmaceutici Unifarm. Per una volta, trattandosi della showgirl, a sollevare la bufera non sono fotografie "hot" bensì alcuni scatti apparsi sulla rivista "Chi" lo scorso aprile nelle quali sarebbe visibile un particolare tipo di latte in polvere prodotto dalla ditta di Ravina. Il nome del prodotto viene esplicitamente citato nelle didascalie delle foto che ritraggono Belen con il figlio Santiago e tanto è bastato all'antitrust per multare sia la casa editrice della rivista, la Mondadori, che l'azienda farmaceutica con una sanzione da 70mila euro. Nei guai è finito anche il colosso dell'elettronica Philips, che produce un particolare tipo di biberon anch'esso visibile nelle foto e citato nel testo. Il presidente di Unifarm Luca Collareta ha già annunciato che l'azienda intende fare ricorso poichè, spiega, non è stata in alcun modo avvisata della pubblicazione.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento