rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Lutto

Tragedia a Trento, è morto l'escursionista precipitato dalle Placche Zebrate

Il ragazzo stava affrontando la discesa in corda doppia insieme ad un compagno di cordata quando è precipitato

Non ce l'ha fatta il giovane climber precipitato sulla via Perla Bianca, in Valle del Sarca, nel pomeriggio di venerdì 15 aprile. Il giovane, un trentino del 2004,era precipitato per circa 100 metri, era stato recuperato dall'elicottero e trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento. Dopo due giorni di ricovero, però, è arrivata la triste notizia.

L'incidente

Il ragazzo stava affrontando la discesa in corda doppia insieme ad un compagno di cordata. Da una prima ricostruzione, pare si trovasse in sosta e stesse attrezzando la corda doppia successiva quando, per cause in fase di accertamento, è precipitato per circa 100 metri, fino a finire a terra alla base della parete. La chiamata al Nue (Numero unico per le emergenze) 112 è arrivata intorno alle 17.50. 

Il tecnico di centrale operativa del soccorso alpino e speleologico, con il coordinatore dell'area operativa Trentino meridionale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero mentre sul posto si portavano anche gli operatori della stazione di Riva del Garda. L'elicottero ha verricellato alla base della parete il tecnico di elisoccorso e l'equipe medica. L'infortunato, incosciente e con politraumi, è stato stabilizzato e recuperato a bordo dell'elicottero per essere trasferito in condizioni gravi all'ospedale Santa Chiara di Trento. Successivamente, in una seconda rotazione, l'elicottero è volato in parete per recuperare anche il compagno di cordata e trasferirlo a valle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Trento, è morto l'escursionista precipitato dalle Placche Zebrate

TrentoToday è in caricamento