Domenica, 21 Luglio 2024
Predaia / Val di Non / Mollaro

In stato d'ebbrezza e con patente scaduta investe un uomo: denunciato per omicidio stradale

Il 73enne Gino ha perso la vita sabato pomeriggio. Il conducente aveva un tasso alcolemico pari a 0,83 g/l e la patente era scaduta da diversi mesi

È stato denunciato per omicidio stradale e guida sotto l’influenza dell’alcol l’uomo che nel pomeriggio di sabato 30 luglio, a Mollaro, frazione di Predaia, ha investito con il proprio fuoristrada un 73enne del posto, Gino Sebastiani, che stava attraversando a piedi la corsia di canalizzazione della Ss 43 della Val di Non.

L’incidente è avvenuto intorno alle 16.30 di sabato. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori, con i vigili del fuoco Taio, l’elisoccorso, il 118 e i carabinieri, per Gino purtroppo non c’è stato nulla da fare.

I carabinieri, dopo aver sottoposto il conducente del veicolo ad alcoltest, ne hanno certificato lo stato di ebbrezza rilevando un tasso alcolemico pari a 0,83 g/l. L’uomo non aveva con sé una patente di guida valida, perché la sua era scaduta da diversi mesi.

Guida in stato di ebbrezza

Sulla stessa strada, a Dermulo, proprio nella notte tra domenica 31 luglio e lunedì 1° agosto, un’altra persona è stata denunciata in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza. Il conducente, un 36enne del posto, è stato fermato a bordo della sua auto per un controllo e l’alcoltest ne ha segnalato la positività con un valore pari a 0,97 g/l.

“Il tragico incidente di sabato ci induce, ancora una volta, a fare una seria riflessione sull’allarmante andamento del fenomeno della guida in stato di alterazione psicofisica, stigmatizzato soltanto pochi giorni fa da questo Comando Provinciale con il dato statistico rilevato all’esito dell’attività di controllo sulla circolazione stradale condotta, nel primo semestre dell’anno, dai Carabinieri delle Stazioni e dei Nuclei Radiomobili” si legge in una nota delle forze dell’ordine.

È, infatti, un semestre “nero” quello tracciato dai carabinieri, con 231 ritiri di patente per guida in stato di alterazione psicofisica da alcool o sostanza stupefacente, dato che, rispetto alle medie semestrali dell’ultimo quinquennio (2016-2021; 173 casi per semestre), ha presentato un incremento delle casistiche pari al 33% circa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In stato d'ebbrezza e con patente scaduta investe un uomo: denunciato per omicidio stradale
TrentoToday è in caricamento