rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Predazzo

Marcella Morandini e l'immenso amore per le Dolomiti

E' il nuovo segretario generale della Fondazione Dolomiti Unesco, ha 35 anni ed è originaria della Val di Fiemme. Ha alle spalle una grande esperienza nel campo della montagna e del suo sviluppo

La Fondazione Dolomiti Unesco ha un nuovo Segretario Generale: Marcella Morandini. Nominata dal Consiglio di amministrazione a seguito di un bando pubblico nella prima settimana di ottobre, avrà il compito di coordinare la Fondazione per i prossimi tre anni.

Ma di cosa si occupa nello specifico questo importante ente?
“Si tratta di uno strumento di 'governance', una cabina di regia per gestire il sistema Dolomiti con i suoi 9 siti distribuiti su cinque diverse province - spiega la neo-eletta Morandini – dobbiamo lavorare insieme per fare in modo che questo Patrimonio venga conservato, comunicato e  valorizzato nel comune interesse. Si tratta appunto di un patrimonio eccezionale”.

Come si legge dallo statuto stesso della Fondazione, diversi sono gli obiettivi, tra cui: “si propone di contribuire ad uno sviluppo conservativo e durevole del patrimonio mondiale UNESCO Dolomiti. La Fondazione è garante, tramite i propri soci fondatori, dell’attuazione degli obiettivi definiti nel piano di gestione. In particolare: promuove la cooperazione tra i soci fondatori, al fine di assicurare l’armonizzazione delle politiche di gestione del Bene; promuove l'eventuale adozione di nuovi strumenti di salvaguardia del Bene; istituisce appositi tavoli tematici con gli enti locali, con gli enti parco, nonché con le altre amministrazioni e istituzioni pubbliche e private e con esperti; collabora con tutte le istituzioni internazionali, comunitarie, nazionali, regionali e locali; predispone periodici dossier informativi sullo stato d’attuazione del piano di gestione, diffonde la cultura della tutela del territorio in collaborazione con scuole e istituzioni pubbliche o private; organizza ricerche, mostre, relazioni, conferenze ed ogni altro tipo di manifestazioni. La fondazione non persegue fini di lucro.

Quali sono nello specifico le mansioni del segretario generale?
“Il Segretario cura l’attuazione degli indirizzi e degli obiettivi stabiliti dal Consiglio Direttivo, Consiglio d’Amministrazione e dal Presidente. Tra gli obiettivi principali lo sviluppo e attuazione della strategia del turismo entro il 2015 e entro il 2016 la strategia globale di gestione. Sarà nostra premura inoltre aumentare la comunicazione con chi vive il territorio”.

La magia delle Dolomiti

Quali sono le esperienze passate e le capacità personali che l'hanno portata aggiudicarsi la carica?
“Potrei dire che mi occupo delle Alpi da sempre, sin dall'università. Mi sono laureata infatti in Lettere a indirizzo Geografico presso l'Università degli Studi di Verona, con una tesi sull'agriturismo trentino. Mi occupo da oltre un decennio di sviluppo sostenibile della montagna a livello transnazionale e negli ultimi anni ho lavorato come funzionario internazionale presso il Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi. Un lavoro che solo lavoro non è, vista la mia passione per la montagna e in particolare per la montagna abitata” spiega il Segretario generale.

Trentacinque anni, cresciuta in Val di Fiemme ed originaria di Predazzo è stata per anni, fino ad ora, funzionario internazionale presso il segretariato permanente della Convenzione delle Alpi. Ha gestito numerosi progetti di cooperazione territoriale ed ha collaborato a diverse pubblicazioni sulla Convenzione delle Alpi. Il curriculum di Marcella ha prevalso sui contendenti: al bando di gara avevano risposto 21 candidati. In 14 sono stati ammessi al colloqui con la commissione di valutazione. L’audizione finale del Consiglio di amministrazione infine con i tre candidati usciti dalla scrematura, tra i quali è stata selezionata la Morandini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcella Morandini e l'immenso amore per le Dolomiti

TrentoToday è in caricamento