rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
La sentenza

Colpevole di decine di furti, condannato a lavorare la terra

I giudici hanno deciso che l'imputato dovrà darsi da fare in una colonia agricola

È stato condannato in via definitiva per vari furti. Lui, un uomo di 30 anni, è stato riconosciuto dai giudici come un delinquente abituale, capace di mettere in atto dei colpi anche con una certa capacità. Alla fine dal 2010, quando era ancora minorenne, al 2021 ha collezionato decine di condanne. Una delle ultime condanne arriva dal tribunale di Trento che ha sentenziato come l’imputato dovrà darsi da fare in una colonia agricola. Dunque il trentenne non andrà in carcere ma andrà a lavorare la terra e dovrà rimostrare di essere produttivo.

Sul sito del Ministero della giustizia si legge che “l'esecuzione in colonia agricola o casa di lavoro è una misura di sicurezza non detentiva che prevede il lavoro come strumento di rieducazione e reinserimento sociale del reo”. Inoltre “La distinzione tra colonia agricola e casa di lavoro si basa sul tipo di attività che vi si svolge in via prevalente, agricola nella prima, di carattere industriale o artigianale nella seconda». Il trentenne, dunque, sarà impegnato nella cura della terra per almeno due anni. Con la speranza, ne sono certi i giudici, che questo non solo lo porterà a espiare la sua colpa ma lo restituirà alla collettività come una persona socialmente recuperata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpevole di decine di furti, condannato a lavorare la terra

TrentoToday è in caricamento