menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regole più severe per gli inquilini Itea: arriva la "patente a punti"

Come annunciato dal presidente Fugatti la Giunta intende modificare le leggi provinciali che regolano l'assegnazione di alloggi, in senso restrittivo

Segole più severe per gli inquilini Itea. Quanto annunciato dal presidente Fugatti ad inizio mandato è stato concordato con la Giunta che ha deliberato un'inasprimento del siatema sanzionatorio per l'istituto di edilizia popolare. "Obiettivo è quello di assicurare il rispetto delle regole del “vivere civile” negli edifici Itea, ovvero di garantire sicurezza e decoro. In quest'ottica l'esecutivo provinciale ha espresso l'orientamento che, nei casi di violazione grave, in particolare connessi a condotte penalmente rilevanti, il sistema sanzionatorio possa essere inasprito" si legge in una nota diffusa dopo la seduta di Giunta.

L'idea è quella di una sorta di “carta dell'assegnatario” che funzioni come la patente di guida a punti, arrivando a revocare l'assegnazione dell'alloggio per gli assegnatari autori di delitti di particolare gravità a danno dei familiari e regolare il subentro nell'alloggio dei familiari vittime dei reati. 

Si intende regolare i casi di ospitalità di soggetti componenti il nucleo familiare che siano sottoposti ad arresti domiciliari o che sono tenuti al rispetto dell'obbligo di dimora, nonché di escludere la possibilità di ospitare soggetti estranei al nucleo familiare, qualora sottoposti ad arresti domiciliari o all'obbligo di dimora, infine si intende ridurre il periodo di tempo nel quale gli assegnatari degli alloggi possano ospitare soggetti estranei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento