Cronaca Spiazzo

Incidente mortale in Val Rendena, indagata una donna per omicidio stradale e omissione di soccorso

Una 72enne del luogo si è presentata autonomamente alla caserma di Spiazzo

Primi passi avanti in merito alle indagini sul drammatico incidente che nella serata di sabato 13 novembre è costato la vita ad Alto Valentini, 73enne ex consigliere comunale di Villa Rendena. Nella notte tra sabato e domenica infatti, una donna si è presentata spontaneamente alla caserma dei carabinieri di Spiazzo: si tratta della conducente del veicolo che ha trascinato il corpo dell'uomo per circa tre chilometri, dopo averlo agganciato nel centro abitato di Javrè.

Nella tarda serata di ieri, fanno sapere i militari, si è presentata autonomamente presso la Stazione Carabinieri di Spiazzo la conduttrice del veicolo che poche ore prima, a Porte Rendena – frazione Javrè, sulla strada statale 239, aveva travolto Aldo Valentini.

L’uomo, dopo essere stato investito e sbalzato nella corsia opposta da un altro veicolo, il cui conducente si era fermato per prestare soccorso, è stato travolto dal Volkswagen Tiguan in uso alla donna e agganciatosi al sottoscocca veniva trascinato per diversi chilometri sino al territorio di Pelugo ove è stato rinvenuto esanime.

La donna, una 72enne della Val Rendena, è stata denunciata in stato di libertà per i reati di omicidio stradale e omissione di soccorso.

Nel frattempo, la comunità è scossa enormemente dall'accaduto. In una nota, l'amministrazione comunale di Porte di Rendena esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Valentini, ex consigliere comunale.

"Il suo ricordo rimarrà vivo per la sua presenza costante nelle numerose occasioni di festa nella propria Comunità, nel suo genuino imoegno sociale che andava ricoprendo da moltissimi anni" scrive il sindaco Enrico Pellegrini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente mortale in Val Rendena, indagata una donna per omicidio stradale e omissione di soccorso
TrentoToday è in caricamento