Guida con il cellulare, unidici sanzioni nell'ultimo weekend

Un centinaio i veicoli controllati. Per gli automobilisti pizzicati alla guida con il telefonino una sanzione da 161 euro e 5 punti in meno dalla patente. Secondo quanto accertato dagli agenti della Stradale, sono sempre di più gli incidenti causati dall’uso del cellulare alla guida

L'abitudine di guidare  parlando al cellulare, senza vivavoce o auricolare, è sempre più diffusa tra gli automobilisti trentini. Lo dimostrano le 11 violazioni rilevate dalla polizia
stradale di Trento durante appositi controlli sulle strade e l'autostrada della provincia da giovedì a domenica. Una trentina di pattuglie, per un totale di circa 60 operatori, hanno
controllato 135 veicoli e 11 guidatori usavano il cellulare in modo da essere distratti dalla guida. Per loro sanzione da 161 euro (112,70 euro se si paga entro cinque giorni) e 5 punti in meno dalla patente (10 se si tratta di neopatentati, cioé di persone nei primi tre anni dal conseguimento della licenza di guida). Dei 135 controllati, 95 erano italiani e 40 stranieri. I sanzionati rispettano le proporzioni e non vedono differenze di età o di sesso: ci sono ventenni e sessantenni, donne e uomini. Gli incidenti stradali hanno subito un brusco aumento, molti dei quali causati dalla distrazione e dall’utilizzo sconsiderato del telefonino. Secondo quanto accertato dagli agenti della Stradale, sono sempre di più gli incidenti causati dall’uso del cellulare alla guida.
         

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Crisi braccianti: nuova chiamata per i residenti in Trentino

  • Pasubio, 45 pecore morte in un dirupo. La Provincia conferma: "Stavano scappando dai lupi"

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

  • Acqua cristallina grazie alle piante "filtro": ecco il nuovo biolago di Pinzolo

  • Primario si assegna 2224 turni di reperibilità: condannato a restituire 75mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento