Incendio a Faver, danni per 150mila euro. Ferito un vigile del fuoco

Le fiamme si sono sviluppate nella notte e ci sono volute oltre quattro ore e i vigili del fuoco di quasi tutti i paesi limitrofi per domarle. Un volontario è rimasto ferito dopo lo scoppio di una bomboletta di lacca

Un grosso incendio ha praticamente distrutto la mansarda di un'abitazione a Faver, in valle di Cembra. Le fiamme si sono sviluppate nella notte, attorno alle 3, e ci sono volute oltre quattro ore e i vigili del fuoco volontari di quasi tutti i paesi limitrofi per domarle. Uno dei pompieri, un volontario di 31 anni di Cembra (Z.D.), è rimasto ferito dopo che una bomboletta di lacca gli è esplosa vicino al volto, provocandogli delle ustioni per cui è stato ricoverato all'ospedale Santa Chiara di Trento.

La causa dell'incendio è un guasto all'impianto elettrico nella mansarda in cui vive il pensionato di Faver, T.R. di 57 anni. I danni ammontano circa a 150mila euro. Come detto, sul posto, oltre ai carabinieri, sono intervenuti anche i vigili del  fuoco volontari di Cembra, Segonzano e Lisignago, oltre che le squadre del corpo permanente di Trento. Malgrado il volume e la durata dell'incendio la struttura della casa sembra comunque aver retto, è andata invece bruciata la zona del sotto tetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento