rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
La manifestazione / Madonna di Campiglio

La 3Tre si conferma un successo di sport, pubblico, intrattenimento. E sicurezza

Pubblico delle grandi occasioni al Canalone Miramonti. Su di loro vegliavano 120 agenti delle forze dell’ordine

Un vero e proprio trionfo sotto ogni aspetto: sport, intrattenimento, pubblico. Insomma, la stella della 3Tre, la storica manifestazione sciistica di Madonna di Campiglio, con il Canalone Miramonti diventato ormai tappa fissa della Coppa del Mondo di sci, brilla più che mai.

C’erano oltre 10mila persone giovedì 22 dicembre ad assistere alle straordinarie discese dei campioni in gara a Madonna di Campiglio, con lo svizzero Daniel Yule trionfatore assoluto, che porta a tre il proprio personale score di vittorie alla 3Tre. Ad affiancarlo sul podio il norvegese Henrik Kristoffersen e il tedesco Linus Strasser.

C’erano molte aspettative sugli sciatori italiani, non del tutto attese a dire il vero. Chi ha fatto una gara decisamente importante, però, sono stati l’atleta della Polizia di Stato Tommaso Sala, che ha centrato il 13esimo posto, miglior risultato di questo inizio stagione, e Giuliano Razzoli, 18esimo.

La folla sugli spalti era letteralmente in visibilio e, decisamente, al sicuro.

Le attività di pattugliamento durante la 3Tre

Infatti un altro successo della 3Tre sta nell’importante dispiegamento di forze dell’ordine per pattugliare su una delle gare più importanti dell’anno a livello internazionale. 120 tra uomini e donne di polizia, carabinieri e guardia di finanza, coordinate dalla questura di Trento che per l’occasione aveva una centrale operativa sulle piste, oltre ai vigili del fuoco, agli agenti della polizia locale e ai numerosi volontari che hanno reso possibile il perfetto svolgimento dell’appuntamento sciistico senza alcun intoppo, per la gioia di sportivi e appassionati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 3Tre si conferma un successo di sport, pubblico, intrattenimento. E sicurezza

TrentoToday è in caricamento