Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Scandalo tangenti all'anti frode europea: Kessler sotto inchiesta

Kessler rimane sotto tiro per l'inchiesta sullo scandalo del tabacco che aveva portato alle dimissioni del commissario maltese John Dalli, accusato di aver accettato tangenti. Contro di lui si è mosso anche il settimanale "Der Spiegel"

Ancora polemiche da Bruxelles all'indirizzo dell'ex Presidente del Consiglio Provinciale Giovanni Kessler, attuale direttore dell'Olaf, l'Autorità anti-frode della Commissione Europea. Kessler rimane sotto tiro per l'inchiesta sullo scandalo del tabacco che aveva portato alle dimissioni del commissario maltese John Dalli, accusato di aver accettato tangenti. L'indagine ha successivamente prosciolto Dalli, ma ora l'inchiesta si è spostata su Kessler. Contro di lui si è mosso anche il settimanale tedesco "Der Spiegel", con il caso che potrebbe approdare al parlamento europeo.

Alle accuse dei verdi hanno presto fatto seguito quelle del Ppe, il Partito Popolare Europeo, che per voce di Inge Graessler ha chiesto le dimissioni dello stesso Kessler. «è stato dimostrato – ha dichiarato la portavoce, riferendosi alle precedenti accuse fatte dagli eurodeputati ecologisti – che Swedish Match – la compagnia di tabacco svedese coinvolta nello scandalo – è stata spinta dall’Olaf a fare false dichiarazioni davanti al Parlamento».

Kessler si difende smentendo categoricamente tutte le accuse, basate, oltretutto, su un rapporto il cui contenuto è coperto dal segreto istruttorio, e ha ricordato il pericolo che si corre quando «interferenze politiche possono influire sull’indipendenza di giudici e autorità investigative». L’agenzia anti-frode, in quanto organo indipendente, è soggetta solo alla giurisdizione della Corte europea di Giustizia e spetta solo a quest’ultima decidere se nello svolgersi dell’inchiesta si siano verificate, o meno, violazioni. Nel frattempo il Parlamento farà la sua parte e i Verdi hanno già chiesto che venga istituita una commissione speciale di inchiesta sull’operato delle lobby nelle istituzioni dell’Unione europea, in particolare, proprio per quella del tabacco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo tangenti all'anti frode europea: Kessler sotto inchiesta
TrentoToday è in caricamento