rotate-mobile
La battaglia

"Bocciate nostro figlio", genitori fanno ricorso al Tar contro la scuola

I genitori hanno chiesto al dirigente scolastico di accogliere le istanze ma non c'è stato nulla da fare

Il figlio viene promosso ma i genitori non ci stanno e vogliono che ripeta l’anno. Al punto da rivolgersi al tribunale per chiedere che il bambino venga bocciato. Succede a Trento, dove i genitori di un bambino che frequenta le scuole elementari hanno chiesto che il figlio ripeta l’anno, nonostante sia stato promosso.

Così una mamma e un papà hanno chiesto al Tar di Trento di annullare la promozione del figlio. Secondo i ricorrenti, il bambino, a causa di seri problemi di salute, è stato costretto a lunghi periodi di assenza che potrebbero aver contribuito alla formazione di lacune nonostante la valutazione positiva ottenuta a fine anno scolastico.

I genitori hanno chiesto al dirigente scolastico di accogliere le istanze: nulla da fare. Secondo gli insegnanti infatti il piccolo ha comunque ottenuto risultati positivi e il suo livello di apprendimento era sufficiente, quanto meno non così gravi da boccialo. I genitori hanno comunque impugnato la promozione ricorrendo al Tar. I magistrati amministrativi hanno accolto in via cautelare la richiesta. Il caso sarà trattato in sede collegiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bocciate nostro figlio", genitori fanno ricorso al Tar contro la scuola

TrentoToday è in caricamento