menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubati 87 quintali di rame, arrestata banda di giovanissimi

I tre sono ritenuti responsabili di aver rubato complessivamente 87 quintali di cavi di rame per un valore stimato in circa 50.000 euro. I tre sono tutti giovanissimi: C.C., 25 anni, A.I.A, 20 anni, e A.F. 22 anni

I Carabinieri della Stazione di Taio e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cles hanno arrestato in flagranza e denunciato, per concorso in furto aggravato continuato, tre cittadini romeni, in Italia senza fissa dimora, nullafacenti e con precedenti di polizia. I tre sono ritenuti responsabili di aver rubato complessivamente 87 quintali di cavi di rame per un valore stimato in circa 50.000 euro. I tre sono tutti giovanissimi: C.C., 25 anni, A.I.A, 20 anni, e A.F. 22 anni. I carabinieri li hanno fermati verso le 22 del 13 gennaio 2013, quando i militari della stazione di Taio li hanno sorpresi mentre erano intenti a rubare alcune bobine di rame da un cantiere allestito in via IV novembre, all’interno del quale erano entrati dopo aver tranciato i lucchetti del cancello. Alla vista dei militari, i tre sono scappati ma C. C., 25 anni, nel tentativo di scavalcare la recinzione, è caduto a terra ed è stato bloccato. L’arrestato è stato poi ricoverato in ospedale per la frattura del femore destro e ricoverato con 30 giorni di prognosi, piantonato dai carabinieri. I due complici sono stati successivamente rintracciati dal Radiomobile nei pressi della località Rocchetta e denunciati in stato di libertà. Ieri pomeriggio, presso l’ospedale, si è svolta l’udienza di convalida del fermo: il gip ha convalidato l’arresto e disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari presso il luogo di cura. I tre romeni sono ritenuti responsabili di altri furti di rame perpetrati lo scorso anno in danno dello stesso cantiere, in particolare: 32 quintali di cavi rame, per un valore di circa 14.000 euro, tra aprile e giugno; 48 quintali di cavi rame, per un valore di circa 33.000 euro, perpetrato tra l’11 ed il 12 luglio; 7 quintali di cavi rame, per un valore di circa 2.800 euro, la sera del 13 dicembre. Le indagini proseguono per verificare l’eventuale coinvolgimento di altri complici o l’eventuale responsabilità in altri furti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Governo al lavoro per il pass: come averlo

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento