rotate-mobile
Cronaca

Giro di bici di lusso: tra gli arrestati anche il gestore di un negozio

Le complesse indagini della Compagnia di Riva del Garda hanno smascherato un giro di furti e ricettazione tra Arco e Cadine. Si tratta di bici del valore di diverse migliaia di euro

Dopo il furto della sua bicicletta, un "bolide" sportivo da 3500 euro, si era rassegnato a comprarne un'altra: stava curiosando su internet tra i vari siti specializzati quanndo si è visto comparire davanti la foto della bici rubata, in vendita al miglior offerente. E' da questo strano episodio che sono partite le indagini dei Carabinieri diArco, concluse oggi con l'arresto di quattro persone e la denuncia di altre due per furto e ricettazione.

Una vera e propria banda, composta da cittadini italiani e macedoni, specializzata nel furto di bici di valore. Per la precisione i militari hanno ritrovato e riconsegnato ai legittimi proprietari due bici da corsa e dieci mountain bike per un valore complessivo di 42mila euro. Tornando alle indagini: lo strano annuncio recava nome e cognome dell'inserzionista.

Dopo una prima perquisizione, andata a vuoto, i carabinieri hanno iniziato a seguirlo, scoprendo che frequentava spesso un noto negozio di bici di Cadine. E' lì che è stata ritrovata la bici rubata ad Arco, insieme ad altre, tutte messe in vendita a prezzi che variavano dai 1000 ai 3500 euro. Grazie all'analisi dei contatti telefonici ed alle immagini delle telecamere di videosorveglianza si è riusciti a risalire ad altre tre persone che facevano  il "lavoro sporco", rifornendo i ricettatori di bici da rivendere. Tra loro c'è anche un minorenne.

Il gestore del negozio e l'autore dell'annuncio su internet si trovano ora agli arresti domiciliari, insieme ad un altro complice. Un terzo complice, anche lui destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare, risulta per il momento irreperibile. Due autori materiali dei furti, compreso il minorenne, sono stati denunciati. Quando gli indizi sono stati sufficienti a provare le responsabilità di ognuno i carabinieri hanno risposto all'annuncio fingendosi interessati all'acquisto, ed  il giro criminale è stato smascherato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di bici di lusso: tra gli arrestati anche il gestore di un negozio

TrentoToday è in caricamento