Cronaca

Corto circuito provoca fumo nei locali del Polo per le professioni sanitarie

La dirigente della struttura ha disposto precauzionalmente la chiusura della scuola, affinché potesse essere accertata l'eventuale tossicità dei fumi che si erano sprigionati. Domani la riapertura

I vigili del fuoco e i tecnici dell'Azienda sanitaria sono intervenuti questa mattina alle 4 nei locali del Polo universitario per le professioni sanitarie, nell'area di Trento Fiere, in del Bomporto a Trento, dove del fumo ha causato piccoli danni, stimati in 300 euro.  La causa è stata un corto circuito in una batteria di riscaldamento dell’unità di trattamento dell’aria che ha provocato la fusione di alcuni cavi elettrici.

 
La dirigente della struttura ha disposto precauzionalmente la chiusura della scuola, affinché potesse essere accertata l’eventuale tossicità dei fumi che si erano sprigionati.
 
Quasi tutto il personale è rimasto a casa: prima sono state avvisate le donne e chi abita più lontano; ai docenti è stato detto di restare a casa, mentre i 450 studenti sono stati avvisati con una comunicazione scritta. La struttura tornerà ad essere perfettamente agibile domani, 16 novembre. Inoltre è garantito l’accesso nel preatrio del polo, così da permettere ai laureandi il deposito delle tesi. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corto circuito provoca fumo nei locali del Polo per le professioni sanitarie

TrentoToday è in caricamento