Valle del Chiese, frana sulla provinciale: strada chiusa

Massi sulla carreggiata, fortunatamente non si segnalano auto coinvolte

La Polizia Locale sul luogo della frana

Strada chiusa per frana in Valle del Chiese. Nel tratto tra Lodrone e Riccomassimo dei grossi massi ed un albero sono finiti sulla carreggiata. Fortunatamente non si segnalano persone coinvolte. La frana è avvenuta attorno al mezzogiorno di giovedì 4 giugno lungo la provinciale 241 che dalla Valle del Chiese porta al confine con la provincia di Brescia. La strada è stata chiusa in attesa del sopralluogo del geologo provinciale. Il tratto è presidiato dalla Polizia Locale e dai Vigili del Fuoco. (foto sotto: l'enorme masso caduto sulla strada)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

masso Lodrone-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Giro d'Italia a Trento: ecco quando e dove, attenzione alle strade chiuse

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Intimidazioni agli operai e agganci politici: ecco come agiva la 'ndrangheta in Val di Cembra

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento