rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Verdi

Università: a Trento progetti europei di ricerca per 15 mln di euro

Un'ottima capacità di attrarre fondi europei per la ricerca: questa la caratteristica di UniTn secondo una ricerca dell'Anvur

Con oltre 15 milioni di euro (15.331.496 per la precisione) di finanziamenti per progetti attivi nel programma quadro europeo per la ricerca e l'innovazione Horizon 2020 l’Università di Trento risulta quinta nella graduatoria delle istituzioni italiane appartenenti al settore “Higher Education”, che comprende università e centri di ricerca pubblici e privati. A mettere in evidenza le ottime performance dell’Ateneo trentino è il Rapporto biennale sullo stato del sistema universitario e della ricerca 2016, pubblicato oggi dall’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca.


A precedere UniTrento sono i politecnici di Milano e Torino e le università di Bologna e Roma - La Sapienza. Il risultato si riferisce alla partecipazione al programma H2020 ed è basata sull’elaborazione di database europei.  «Il rapporto Anvur conferma la capacità della nostra Università di attrarre finanziamenti europei su base competitiva» commenta Paolo Collini, rettore dell’Università di Trento. «Vorrei sottolineare che la graduatoria riporta i finanziamenti in valori assoluti senza considerare le dimensioni delle istituzioni e la numerosità dei docenti. Se guardassimo al finanziamento pro-capite, in realtà, saremmo terzi dopo i due politecnici. Comunque il dato più interessante è che l’Ateneo trentino riesce a ottenere questi ottimi risultati per la qualità della ricerca, la motivazione dei docenti e un’organizzazione amministrativa di supporto efficace».
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: a Trento progetti europei di ricerca per 15 mln di euro

TrentoToday è in caricamento