rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca San Giuseppe / Via San Croce

Fa'afafine: lo spettacolo per le scuole sul bambino-bambina, Agire e Lega protestano

Arriva a Trento lo spettacolo-tabù, vincitore di numerosi premi in campo educativo, destinato alle scuole medie, e scoppia la polemica

Fa'afafine, in lingua samoana denota delle persone a metà tra il genere maschile e quello femminile. La parola dà anche il nome ad uno spettacolo teatrale della Compagnia Teatro Stabile di Innovazione di Udine, che sbarcherà a Trento. Uno spettacolo particolarmente contestato: da un lato affronta un tema molto delicato, e peraltro particolarmente discusso, dall'altro si rivolge espressamente al pubblico delle scuole di secondo grado, le medie, ed ha vinto premi nazionali proprio in  quanto spettacolo educativo.

A livello nazionale una petizione online lanciata da Generazione Famiglia per chiedere al Ministro dell'Istruzione di vietare la visione dello spettacolo agli alunni delle scuole senza autorizzazione dei genitori ha raggiunto 80mila firme. In Trentino lo spettacolo è in cartellone al Teatro Cuminetti, nella rassegna "Scappo a teatro", pensata appositamente per le scuole secondarie di primo grado e biennio delle superiori, alle 10 del mattino, lunedì 6 marzo. Non si sa quante e quali scuole abbiano accolto la proposta del S. Chiara ma la notizia ha destato la reazione di Sandro Bordignon delmovimento Agire e del consigliere Maurizio Fugatti della Lega Nord.

La richiesta è anzitutto quella di sapere se lo spettacolo sia stato proposto alle scuole con o senza il consenso dei genitori, e nel secondo caso se non sia opportuno lasciare a questi ultimi la decisione. In realtà i genitori che non lo ritengono opportuno possono benissimo  non far partecipare il proprio figlio o figlia alla rappresentazione teatrale.

Il protaoonista dello spettacolo "Fa'afafine - Mi chiamo Alex e sonoun dinosauro" è appunto Alex, 8 anni, bambino nei giorni pari e bambina in quelli dispari, come si legge sulla presentazione nel sito del CSS Udine, clicca qui.

"Oggi per Alex è un giorno importante: ha deciso di dire ad Elliot che gli vuole bene, ma non come agli altri, in un modo speciale. Cosa indossare per incontrarlo? Il vestito da principessa o le scarpette da calcio? Occhiali da aviatore o collana a fiori? Alex ha sempre le idee chiare su ciò che vuole essere: i giorni pari è maschio e i dispari è femmina, dice. Ma oggi è diverso: è innamorato, per la prima volta, e sente che tutto questo non basta più. Oggi vorrebbe essere tutto insieme, come l’unicorno, l’ornitorinco, o i dinosauri". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa'afafine: lo spettacolo per le scuole sul bambino-bambina, Agire e Lega protestano

TrentoToday è in caricamento