rotate-mobile
Cronaca San Giuseppe / Via Francesco Barbacovi

Spaccio fuori dai centri di recupero a Rimini: due trentini rifornivano il pusher

Il 49enne napoletano, arrestato dai carabinieri di Rimini, dava appuntamento direttamente fuori dalle comunità. La droga sequestrata, 10 chili di sostanze varie, arrivava però da Trento

Sembra essere un giro di spaccio parecchio ramificato quello scoperto dai Carabinieri di Rimini, che coinvolge anche due trentini, una donna di 35 anni ed un uomo di 69. Per quanto possa sembrare controintuitivo erano proprio loro, da Trento, a rifornire delle più svariate sostane un 49enne napoletano che le rivendeva poi in riviera romagnola.

Particolarmente sconcertanti i dettagli delle indagini: secondo i carabinieri l'uomo era solito proporre appuntamenti a persone in cura presso centri  di riabilitazione, e vendeva la "merce" fuori da comunità di recupero, tra cui quelle gestite da San Patrignano e dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. Tra i suoi "clienti" c'erano anche minorenni. 

Secondo quanto riportato su Riminitoday i due sono stati presi quando, una volta appreso dell'arresto del 49enne, si sono precipitati a Torre Pedrera, in Romagna, per tentare di recuperare una partita di droga, nascosta in un garage. Circa 10 chili di stupefacenti vari. 

Al termine dell'inchiesta, il gip ha emesso per i tre un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Mentre lo spacciatore romagnolo si trova già in carcere, in seguito all'arresto in flagranza della polizia di Stato, i suoi complici sono stati arrestati nella mattinata di oggi a Trento. LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA SU RIMINITODAY.IT clicca qui...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio fuori dai centri di recupero a Rimini: due trentini rifornivano il pusher

TrentoToday è in caricamento