menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Docenti precari, il giudice nega la stabilizzazione del contratto

La sentenza del giudice del lavoro Michele Cuccaro, per la prima volta in Trentino, ha negato la conversione e il risarcimento del danno, rinviando ad una più approfondita istruttoria il profilo degli arretrati

Lo scorso 4 settembre il Tribunale di Rovereto ha pronunciato una sentenza definitiva sulla nota questione della stabilizzazione degli insegnanti precari. Lo ha fatto negando il diritto del docente alla trasformazione del rapporto di lavoro a tempo determinato in rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Anche in Trentino, come nel resto d'Italia, molti sono stati i ricorsi dei docenti precari per ottenere sia la stabilizzazione, che gli arretrati e il risarcimento del presunto danno: i soli ricorsi notificati alla Provincia autonoma di Trento sono più di un centinaio, e raggruppano le istanze di oltre 600 insegnanti. La sentenza del giudice del lavoro Michele Cuccaro, per la prima volta in Trentino ha negato la conversione e il risarcimento del danno, rinviando invece ad una più approfondita istruttoria il profilo degli arretrati. Recentemente, sull'argomento, sono state depositate altre due sentenze, rispettivamente della Corte d'Appello di Milano e della Cassazione, che hanno respinto tutte le richieste dei docenti ricorrenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Attualità

Governo al lavoro per il pass: come averlo

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento