Disoccupati nei boschi distrutti dal maltempo: assunti 40 su 260

Alle selezioni si erano presentati 258 candidati, lavori al via per 2.000 chilometri di sentieri: finiranno a novembre

Sono partiti lunedì 17 giugno i lavori per sistemare circa 2.000 chilometri di sentieri, danneggiati dalla tempesta Vaia. I lavori dureranno circa sei mesi, e dunque molti sentieri danneggiati non saranno ripristinati per la bella stagione.

Al lavoro, al fianco di boscaioli professionisti, ci sono anche i disoccupati trentini assunti direttamente dalla Provincia, in parte grazie alle risorse del fondo "Calamità Trentino" partecipato da sindacati ed associazioni di categoria, per questo tipo di intervento: si tratta di 40 persone, dai 18 ai 60 anni, assunte dopo la selezione alla quale si erano presentati 258 candidati. La selezione è stata effettuata dal Consorzio Lavoro Ambiente con la supervisione del Sova, Servizio valorizzazione ammbientale, che gestisce già il Progettone.

I quaranta lavoratori così assunti saranno distribuiti sul territorio in 10 squadre da 4 unità ciascuna, e si affiancheranno alle ditte dei boscaioli professionisti negli interventi sui singoli sentieri. Gli interventi interesseranno tutto il territorio provinciale, e si aggiungeranno a quelli realizzati dai Parchi Naturali, dalla Magnifica Comunità di Fiemme, dall'Agenzia per le foreste demaniali, e dalla Sat. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento