rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Il fatto / Mezzolombardo

Denunciato da più ex fidanzate per stalking: in carcere un 42enne

L'uomo dovrà scontare la pena della carcerazione di quattro anni e quattro mesi per il cumulo di pene di molteplici reati quali atti persecutori, lesioni personali e sequestro di persona commessi in Trentino e in Alto Adige

Venerdì 24 marzo, alla mattina, i militari della stazione carabinieri di Terlano hanno arrestato un 42enne che dovrà scontare la pena della carcerazione di quattro anni e quattro mesi per il cumulo di pene di molteplici reati quali atti persecutori, lesioni personali e sequestro di persona commessi a Mezzolombardo, a Merano e a Terlano. 

L'arresto è scattato durante un’attività di controllo del territorio dei carabinieri a Terlano, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Trento nei confronti del 42enne che, peraltro, ha diversi precedenti di polizia. I reati contestati al 42enne sarebbero stati commessi nel periodo tra il 2017 e il 2018. Nel 2019 l’uomo era già stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima, una ex fidanzata, oltre che ai luoghi frequentati dalla stessa.

Da quanto si apprende, l’uomo avrebbe dovuto rispondere in due distinti procedimenti penali originati da due denunce di due ex fidanzate. Era quindi stato condannato a dieci mesi di reclusione nel 2020 per rapina e lesioni e poi nel 2021 a tre anni e sei mesi per atti persecutori, lesioni, sequestro di persona e appropriazione indebita. Esauriti i ricorsi in appello e Cassazione, il 22 febbraio scorso la pena è divenuta irrevocabile, la sospensione condizionale dei primi dieci mesi è venuta meno e la Procura della Repubblica di Trento ha determinato il cumulo delle pene in 4 anni e 4 mesi. A ciò dovranno aggiungersi cinque anni d’interdizione dai pubblici uffici.

Il Procuratore della Repubblica ha quindi incaricato i carabinieri per l’esecuzione del provvedimento. Questi in pochi giorni sono riusciti a rintracciarlo. L’arrestato, a termine delle attività di rito, è stato associato accompagnato all'interno della casa circondariale di Bolzano a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 

Solo nel 2022 i carabinieri della provincia di Bolzano hanno denunciato per il reato di atti persecutori 80 persone a piede libero e 3 in stato d’arresto in flagranza. Sono poi state 35 le misure cautelari di divieto di avvicinamento notificate. Infine 16 sono stati nel complesso altri provvedimenti eseguiti per tale reato tra arresti domiciliari, esecuzioni di pene detentive, libertà vigilata, divieto di dimora, affidamento in prova e quant'altro. 

Ultime notizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato da più ex fidanzate per stalking: in carcere un 42enne

TrentoToday è in caricamento