Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus del 6 settembre 2021: c'è una vittima. 17 i nuovi contagi

Sono 1432 i morti in Trentino dall'inizio della pandemia. Nell'ultimo aggiornamento dell'Apss anche 54 guarigioni

C'è una nuova vittima per il Covid in Trentino. Lo riporta il bollettino diramato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel pomeriggio di lunedì 6 settembre: si tratta di un anziano che era stato ricoverato nei giorni scorsi in ospedale. Il totale dei morti dall'inizio della pandemia nella provincia di Trento sale così a 1432.

I dati di lunedì inoltre indicano altri 17 contagi, 54 nuovi guariti, e 699.363 vaccini finora somministrati. Scendono a 17 i ricoverati in ospedale, dopo che nella giornata di domenica era stata registrata 1 nuova dimissione.

I 188 tamponi molecolari analizzati domenica dal Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara hanno individuato 10 nuovi casi positivi al molecolare confermando 4 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi sono stati 1.214, dei quali solo 7 sono risultati positivi.

Ci sono 4 contagi fra i più giovani (1 tra 3-5 anni, 2 tra 6-10 anni, 1 tra 14-19 anni) ma anche 3 nelle classi più anziane (1 tra 60-69 anni, 1 tra 70-79 anni e 1 di 80 e più anni).

Delle quasi 700.000 dosi di vaccino finora somministrate, 320.318 riguardano i richiami. Poi ci sono 67.630 dosi agli ultra ottantenni, 91.106 dosi tra i 70-79 anni e 108.336 dosi tra i 60-69 anni.

Vaccino obbligatorio? Quando potrebbe scattare l'extrema ratio

Vaccino anti-covid e obbligo, non è un tema che pare possa vedere un dibattuto a stretto giro, ma il governo sembra avere già le idee chiare in merito. L'esecutivo avrebbe infatti fissato un target preciso da raggiungere entro fine anno per evitare di ricorrere all'obbligo: quello del 90% di over 12 immunizzati. Il ragionamento del ministero della Salute, stando a quanto trapela dalla indiscrezioni raccolte dal Sole 24 ore, sarebbe il seguente. Con una percentuale di adesione così massiccia il sistema sanitario sarà probabilmente in grado di reggere l'impatto dell'epidemia anche nei mesi invernali. Se viceversa l'obiettivo non venisse centrato scatterebbe l'obbligo del vaccino per tutti, visto però come una sorta di extrema ratio.

Le nuove regole del Green pass

Sono entrati in vigore dal 1° di settembre i dettami previsti dal decreto legge 111 dello scorso 6 agosto 2021, che prevedono un allargamento dell'utilizzo della certificazione verde. Oltre che essere necessario per entrare nei locali al chiuso, partecipare agli eventi e viaggiare nell'Unione Europea, ora servirà per tutti i viaggi che comportano spostamenti di lungo raggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus del 6 settembre 2021: c'è una vittima. 17 i nuovi contagi

TrentoToday è in caricamento