Cronaca

Coronavirus, il bollettino del 20 luglio: in Trentino 31 nuovi contagi

Sempre alto il numero dei nuovi casi, ma non ci sono nuove vittime. Restano vuoti i reparti di terapia intensiva

Sono 31 i nuovi contagi riportati martedì 20 luglio dal bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Un nuovo campanello di allarme, anche se resta positivo il segnale dato dall’assenza tanto dei decessi (ed è il quindicesimo giorno consecutivo) quanto dei ricoveri in rianimazione. Intanto le vaccinazioni superano quota 525.000 ed altri 17 nuovi guariti fanno arrivare il totale da inizio pandemia a 44.470. 

Ieri il Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento ha analizzato 472 tamponi molecolari che hanno individuato 8 nuovi casi positivi e confermato 4 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi ieri sono stati 1.354, dai quali sono emersi 23 casi positivi.

Fra i nuovi contagiati ci sono anche 2 ragazzini tra 6-10 anni, altri 2 tra 11-13 anni e 4 tra 14-19 anni. 4 contagi anche nelle categorie più anziane: nel dettaglio 1 tra 60-69 anni, 1 tra 70-79 anni e 2 di 80 e più anni.

Nessuna novità dal fronte ospedaliero dove i pazienti ricoverati restano 2 e le rianimazioni per fortuna ancora libere dal Covid-19.
La campagna di vaccinazione continua nel frattempo ad aggiornare i propri risultati: questa mattina le somministrazioni erano pari a 525.915 (di cui 213.417 seconde dosi). 

Nelle categorie over 80, 70-79 e 60-69 le dosi finora somministrate sono rispettivamente 66.667, 88.079 e 101.159.

Il Passenger locator form per i viaggi

I viaggiatori che partono dall'Italia e si dirigono all'estero hanno bisogno di diverse certificazioni, per raggiungere alcuni paesi, anche del modulo Plf (Passenger locator form), che localizza il passeggero. Si tratta di un documento utilizzato dalle autorità sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti a un contagio covid durante un viaggio a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto, per facilitare il tracciamento dei contatti. Lo stesso modulo deve essere compilato e consegnato anche al ritorno dal proprio viaggio. Today scrive che i Paesi che richiedono la compilazione del Plf attualmente utilizzano moduli cartacei o Plf digitali online. Per fronteggiare la pandemia è stato sviluppato il sito web app.euplf.eu per promuovere l'utilizzo di un unico modulo digitale europeo-EU dPlf (digital Passenger Locator Form). Ecco quando è necessario riempire il documento e come si compila.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino del 20 luglio: in Trentino 31 nuovi contagi

TrentoToday è in caricamento