rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

Covid, Gimbe: "Rallenta crescita nuovi casi, ma aumentano dei decessi"

Per la fondazione è “inaccettabile l’idea di una ‘libera circolazione’ del virus: la popolazione a rischio di malattia grave è troppo estesa”

Sono più che raddoppiati i ricoveri ordinari e in terapia intensiva legati al covid nell’ultimo mese. A riportare il dato è la fondazione Gimbe, nel monitoraggio pubblicato giovedì 14 luglio. Il picco dei contagi sembra ormai essere all’orizzonte, ma la discesa della curva potrebbe essere molto lenta. Per la fondazione è “inaccettabile l’idea di una ‘libera circolazione’ del virus: la popolazione a rischio di malattia grave è troppo estesa”.

Nella provincia autonoma di Trento nella settimana dal 6 al 12 luglio si registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100mila abitanti e si evidenzia un aumento dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente. Sopra media nazionale i posti letto in area medica mentre sono sotto media nazionale i posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti covid-19.

La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 4,5% (media Italia 7,3%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da COVID-19 da meno di 180 giorni, pari al 6,1%;

La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 14,1% (media Italia 11,2%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell'immediato, pari al 3%;

Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose (persone immunocompromesse) è del 19,3% (media Italia 47,8%). Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose (over 80, ospiti RSA e fragili fascia 60-79) è del 24,6% (media Italia 22,5%).

La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 31,6% (media Italia 34,9%) a cui aggiungere un ulteriore 3,1% (media Italia 3,3%) solo con prima dose. I nuovi casi per 100.000 abitanti dell'ultima settimana per la provincia di Trento sono pari a 876 (+28,4% rispetto alla settimana precedente).

“L’aumento dei nuovi casi settimanali (+22,4% rispetto alla settimana precedente) - dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - registra il valore più basso da quando, a metà giugno, si è registrata l’inversione della curva. Nella settimana 6-12 luglio i nuovi casi si attestano oltre quota 728 mila, con una media mobile a 7 giorni che supera i 97 mila casi al giorno”.

Secondo l’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, nel periodo 24 agosto 2021-6 luglio 2022 sono state registrate in Italia oltre 659 mila reinfezioni, pari al 4,6% del totale dei casi. La loro incidenza nella settimana 29 giugno-6 luglio si è attestata al 10,8% (n. 72.231 reinfezioni), in aumento rispetto alla settimana precedente (9,6%).

“Tenendo conto del quadro di elevata circolazione virale - conclude il presidente - è cruciale effettuare la quarta dose subito con i vaccini attuali che, seppur ‘vecchi’, si sono dimostrati ampiamente efficaci nel riportare a livelli elevati la copertura nei confronti della malattia grave, che declina progressivamente a 120 giorni dalla terza dose”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Gimbe: "Rallenta crescita nuovi casi, ma aumentano dei decessi"

TrentoToday è in caricamento