rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Giuseppe / Via Giuseppe Giusti

Conigli al cimitero catturati e messi in strutture. Ma se non c'è posto...

Dovrebbe esserci posto per tutti gli animali nei centri faunistici e fattorie didattiche. Ma "è stato richiesto al Comitato faunistico provinciale di potersi avvalere di tutte le possibilità alternativamente previste dalla normativa"

Nell'intento di risolvere in maniera organica il problema della presenza di conigli nel cimitero monumentale di Trento, l'amministrazione comunale, anche alla luce delle decisioni assunte nei mesi scorsi dal Comitato faunistico, che autorizzano il Comune all'esercizio del controllo della specie coniglio selvatico, ha attivato una serie di iniziative coordinate e condivise con i vari soggetti, interni ed esterni, coinvolti per la parte di rispettiva competenza.

Nei giorni scorsi sono iniziati nuovi interventi strutturali, volti a eliminare  l'attuale situazione di permeabilità dell'area cimiteriale e ad inibire l'accesso di nuovi animali nel cimitero. In particolare, sono in fase di posa ulteriori reti di protezione lungo i due cancelli di entrata del cimitero ed in fase di realizzazione interventi lungo la rampa adiacente la ferrovia. Le operazioni di cattura dei conigli presenti all'interno del cimitero sono affidate all'associazione Cacciatori trentini. Gli animali catturati verranno collocati presso strutture idonee e che si sono dichiarate disponibili ad accoglierli, quali ad esempio aziende agricole e fattorie didattiche. 

Dalla stima effettuata sul numero di animali presenti nel cimitero, il Comune confida che la collocazione in strutture idonee possa avvenire per tutti i conigli catturati. Tuttavia, "dal momento che l'obiettivo dell'amministrazione è di risolvere il problema in tempi rapidi e ormai non più differibili - si legge in una nota del Comune -, è stato richiesto al Comitato faunistico provinciale, che si è riunito ieri pomeriggio, di potersi avvalere di tutte le possibilità alternativamente previste dalla normativa provinciale". La quale stabilisce che si possono catturare animali selvatici solo in zone ad interesse storico e artistico, oppure se vi è un rischio per la salute. Il Comune si era fatto autorizzare dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari a catturare alcuni esemplari per verificarne le condizioni di salute. Ora, per alcuni capi, potrebbe anche esserci l'abbattimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conigli al cimitero catturati e messi in strutture. Ma se non c'è posto...

TrentoToday è in caricamento