Violenze e minacce alla madre 91enne per avere denaro

Gli agenti della Mobile hanno eseguito l'ordine di allontanamento in base alla legge sulla violenza di genere detta "codice rosso"

Non solo mariti o conviventi che si trasformano in aguzzini: è scattato anche per un figlio, accusato di continue violenze psicologiche sull'anziana madre, il "codice rosso" che tutela le vittime di violenza di genere. La Squadra Mobile di Trento ha infatti eseguito una misura cautelare nei confroti di un uomo, italiano di 68 anni, dopo indagini che hanno portato ad accertare una situazione di continue minacce e vessazioni subìte dalla donna 91enne.

Il figlio, infatti, avrebbe messo in atto una condotta persecutoria con continue richieste di denaro, pretese sempre più frequenti e pressanti. In un caso, secondo gli inquirenti, l'uomo avrebbe anche minacciato la collaboratrice domestica della madre per essere intervenuta in difesa dell'anziana.

A denunciare la situazione alle forze dell'ordine è stata la sorella. Nel corso delle indagini è stato raccolto materiale sufficiente a far scattare, come previsto dalla legge, l'allontanamento dalla casa familiare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

Torna su
TrentoToday è in caricamento