Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Civezzano, prese le borseggiatrici seriali

Le due donne, negli ultimi mesi del 2020, avevano preso di mira i clienti di un supermercato

Prese le due borseggiatrici del supermercato di Civezzano. La notizia è arrivata nel primo pomeriggio di giovedì 7 dicembre dai carabinieri. Le due donne, che vantano un lungo curriculum criminale, sono state tratte in arresto dai carabinieri della Stazione di Civezzano, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip (Giudice per le indagini preliminari) di Trento.

La misura è stata richiesta dalla Procura della Repubblica del capoluogo dopo le indagini svolte dai carabinieri, per fermare la condotta criminale delle due malfattrici, G.Y. 28enne e C.E. 24enne, entrambe di origini Sinti e residenti a Trento. Le due donne, negli ultimi mesi del 2020, avevano preso di mira i clienti di un supermercato di Civezzano. La recrudescenza del fenomeno proprio in quel punto vendita ha indotto i carabinieri del posto a svolgere appositi servizi di osservazione, anche in abiti borghesi, nonché a passare al vaglio i filmati registrati dall’impianto di videosorveglianza interna, al fine di individuare i responsabili dei numerosi furti avvenuti.

Proprio durante uno di questi appostamenti, i carabinieri hanno identificato le due donne che, in quel frangente, erano riuscite a disfarsi di un portafogli asportato dalla borsa riposta nel carrello della spesa di una anziana signora intenta a fare acquisti e successivamente recuperato dai militari. In totale sono quattro gli episodi contestati, singolarmente o in concorso, alle due indagate tra ottobre e novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civezzano, prese le borseggiatrici seriali

TrentoToday è in caricamento