Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Caso Pedri, i Nas ipotizzano maltrattamenti su 14 persone tra medici e infermieri

Dopo le testimonianze raccolte in reparto dai carabinieri

Novità sul caso Sara Pedri, la ginecoloca di 31 anni originaria di Forlì scomparsa in Trentino lo scorso 4 marzo. Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, che cita il quotidiano Il Messaggero, i carabinieri del Nas hanno chiesto alla Procura di Trento l'iscrizione nel registro degli indagati per l'ex primario di ginecologia Saverio Tateo e la vice Liliana Mereu per il reato di maltrattamenti.

Recentemente, i militari avevano effettuato un sopralluogo all'ospedale Santa Chiara di Trento, per raccogliere le testimonianze del personale nel reparto di Ginecologia e Ostetricia.

I due medici erano stati assegnati ad altro incarico lo scorso 12 luglio dopo la decisione della Commissione interna istituita dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Secondo quanto riportato, sarebbero in tutto 14 i professionisti, tra medici e infermieri, che avrebbero subito demansionamenti e insulti sul posto di lavoro, compresa la stessa Sara Pedri. La decisione spetterà ora alla magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pedri, i Nas ipotizzano maltrattamenti su 14 persone tra medici e infermieri

TrentoToday è in caricamento