rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Indagini in Apss, chiusi i lavori della commissione interna d’indagine: trasferiti due dirigenti

La commissione interna di indagine ha completato i lavori raccogliendo una corposa documentazione e testimonianze di più di 110 persone

Chiuso il primo cerchio. Nella tarda serata di venerdì 9 luglio la commissione interna di indagine, istituita dalla direzione generale per effettuare le audizioni del personale dell’Unità operativa di ginecologia dell’ospedale di Trento, ha completato i lavori raccogliendo una corposa documentazione e testimonianze di più di 110 persone. Gli atti sono poi stati trasmessi al direttore generale.

Indagini e verifiche sono scattati dopo la scomparsa della dottoressa Sara Pedri, avvenuta a marzo del 2021. La notizia era stata ripresa dai media nazionali e ha portato alla luce storie e testimonianze shock di persone che lavorano o hanno lavorato all'ospedale. 

Pubblichiamo per intero la nota divulgata dalla Provincia:

"Dalla documentazione emergono fatti oggettivi e una situazione di reparto critica che rendono necessario, a partire da lunedì 12 luglio, il trasferimento del direttore dell’ostetricia e ginecologia di Trento ad altra unità operativa e di un altro dirigente medico ad altra struttura ospedaliera dell’Apss. Questi provvedimenti sono stati decisi al fine di tutelare la serenità delle pazienti, di tutti gli operatori coinvolti e a salvaguardia del buon funzionamento del reparto.

La direzione generale invierà gli atti della commissione di indagine all’Ufficio procedimenti disciplinari per l’attivazione del relativo iter.

L’unità operativa del Santa Chiara è stata affidata al direttore della struttura complessa di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Rovereto che guiderà il reparto a scavalco". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini in Apss, chiusi i lavori della commissione interna d’indagine: trasferiti due dirigenti

TrentoToday è in caricamento