menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Provincia ristruttura le caserme dell'esercito, in cambio della proprietà di quelle dismesse

Accordo integrativo con l'Agenzia del Demanio: lavori di riqualificazione in carico alla Provincia, in cambio delle caserme Battisti e parte delle Chiesa

Scambio di immobili tra Stato e Provincia: l'accordo è stato firmato ieri e riguarda le caserme, sia attive che dismesse, nella città di Trento ed altri immobili di proprietà statale. Si tratta in realtà di un secondo atto modificativo ed integrativo dell'accordo già sottoscritto nel 1998 tra l’Agenzia del Demanio, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Ministero dell’Interno, il Ministero della Difesa, il Ministero della Giustizia, il Comune e dalla Provincia Autonoma di Trento. 

L'accordo, come anticipato in una nota dell'Agenzia del Demanio, impegna la Provincia di Trento a ristrutturare a proprie spese la caserma Pizzolato ed una parte della caserma Chiesa in cambio della cessione di una parte di quest'ultima e dell'intera caserma Battisti. Il costo di questa ristrutturazione è di 60 milioni di euro, ai quali si aggiungono 7 milioni di euro per l'ampliamento ella Questura in viale Verona e 2,5 milioni di euro per la ristrutturazione del Comando dei Carabinieri in via Barbacovi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento