rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Via Monsignor Celestino Endrici

Co-housing: 30 giovani vanno a vivere insieme, grazie anche al Fondo dei vitalizi

Firmati oggi i contratti di locazione per 13 ragazzi e 17 ragazze. Canone d'affitto 100 euro, il resto lo mette la Regione grazie al fondo delle restituzioni. Clausola speciale: voglia di condivisione

L'unione fa la forza: sono 30 i giovani, selezionati all'interno del progetto di co-housing lanciato dalle Politiche Giovanili della Provincia, che andranno a vivere insieme in cinque appartamenti a Trento, Rovereto e Pergine. Un canone di affitto di 100 euro mensili, ovviamente agevolato: i restanti 2/3 circa della spesa saranno coperti grazie al Fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell'occupazione. Sì, proprio il fondo costituito con le restituzioni dei vitalizi dei consiglieri regionali, ex o attuali.

Si tratta di 13 ragazzi e 17 ragazze, tra i 18 ed i 29 anni. Undici di loro vivranno insieme in un appartamento della curia in via Endrici, tre nell'ex Casa del Clero in via della Saluga, altri due a Villa S. Ignazio; ed ancora: cinque a Pergine e nove a Rovereto  in un appartamento sopra  all'oratorio Rosmini. I posti messi a disposizione erano 50, edi candidati selezionati 39; in seguito 9 di loro hanno rinunciato. Restano dunque da assegnare 20  posti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Co-housing: 30 giovani vanno a vivere insieme, grazie anche al Fondo dei vitalizi

TrentoToday è in caricamento