Cronaca

Povertà "italiana" in aumento del 15%: i dati del rapporto Caritas

Ammontano a 13.342 le domande, di cui il 60% per pacchi viveri, e il 10% per vestiario. Lo dicono i dati del Rapporto annuale dei servizi Caritas e Fondazione comunità solidale

Aumentano del 15 per cento i cittadini italiani che si rivolgono alla Caritas. E' il dato allarmante che emerge dal rapporto 2012. Crescono nel complesso dell'11% le richieste di aiuto e ci sono stranieri che rimpatriano a causa della crisi economica. Le persone incontrate dai 420 volontari di Caritas sono state complessivamente 3.696. Aumentano (+43%) anche le richieste ai Centri di ascolto e ai Punti parrocchiali. Ammontano a 13.342 le domande, di cui il 60% per pacchi viveri, e il 10% per vestiario. Lo dicono i dati del Rapporto annuale dei servizi Caritas e Fondazione comunità solidale. l confronto dei dati nel periodo temporale considerato dal Rapporto (cinque anni: dal 2008 al 2012)  emerge che aumenta il numero delle perone incontrate   sono i cittadini stranieri a rivolgersi più numerosi ai servizi Caritas (+8% nel 2012 rispetto all'anno precedente). Ma i numeri dicono anche che si registra un significativo aumento degli italiani (+15%); ed è una crescita stabile ormai dal 2009.

A livello diocesano le richieste di aiuto economico presso i Centri di ascolto sono aumentate del 10 per cento. Le richieste di sostegno per rispondere ai bisogni materiali (pacchi viveri, vestiario...)  - 22 mila 143 - sono aumentate del 43 per cento rispetto al 2011.  Emerge anche la necessità di offrire risposte non solo materiali, ma di ascolto e accompagnamento . Il quadro delle difficoltà economiche lo verificano anche gli sportelli del Credito Solidale: nel 2012 su 150 persone ascoltate, 49 hanno ricevuto un finanziamento. Ogni prestito erogato ammontava in media a 1.503 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Povertà "italiana" in aumento del 15%: i dati del rapporto Caritas

TrentoToday è in caricamento