"La faccio finita": il messaggio mandato ad un amico, poi i carabinieri arrivano appena in tempo

E' stato trovato in stato di incoscienza, ma ancora vivo, il cinquantenne rivano che poco prima aveva spedito via Whatsapp il terribile messaggio

E' stato trovato nei boschi di Arco, all'interno della propria auto, con un tubo collegato al gas di scarico. Le ricerche da parte dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri erano scattate poco prima, dopo la chiamata di uno  degli amici del cinquantenne, allarmato da quell'oscuro messaggio. I militari sono arrivati in tempo: l'uomo, in avanzato stato di asfissia, è stato affidato al personale del 118 e trasportato d'urgenza all'Ospedale Civile di Arco. Secondo quanto riportato dal comunicato dei carabinieri ora è fuori  pericolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Crisi braccianti: nuova chiamata per i residenti in Trentino

  • Pasubio, 45 pecore morte in un dirupo. La Provincia conferma: "Stavano scappando dai lupi"

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

  • Acqua cristallina grazie alle piante "filtro": ecco il nuovo biolago di Pinzolo

  • Primario si assegna 2224 turni di reperibilità: condannato a restituire 75mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento