Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Controlli sulle piste da sci: 416 segnalati per ubriachezza

Questa una delle attività condotte dai carabinieri in servizio nelle undici aree sciistiche trentine. 3582 le persone identificate, 203 i rifugi e le baite controllate, 18 i maestri di sci abusivi sanzionati

Sono stati 7.100 gli interventi degli uomini del soccorso piste dei carabinieri nell'ultima stagione sciistica in Trentino Alto Adige. Lo ha detto il generale Luigi Nardin, comandante della Regione, sottolineando un calo di 2 mila interventi rispetto all'anno passato, segno questo del maggiore rispetto delle regole in montagna, ottenuto con la diuturna presenza dell'Arma. Tra le attività anche il contrasto dell'abusivismo, con 18 falsi maestri da sci denunciati.

Per quanto riguarda il Trentino i carabinieri sono presenti in 11 aree sciistiche di competenza: Andalo/Fai della Paganella, Folgarida, Marilleva e Passo Tonale: per un totale di 118 km di piste da discesa, oltre che 10 km di piste da fondo nel comprensorio di Marilleva (21.394.353 passaggi e 2.013.034 presenze); Cavalese/Alpe di Pampeago e Cermis,  Canazei/Comprensorio “Belvedere” e  San Martino di Castrozza: Ces Valcigolera: per un totale di 162 km di piste da discesa oltre 10 km di piste da fondo (8.150.000 passaggi e 710.167 presenze); Madonna di Campiglio/Grostè, Spinale, Pradaloago, 5 Laghi e Pinzolo/Doss del Sabion, Skiarea: per un totale di 80 km di piste da discesa, oltre 22 km di piste da fondo (9.580.959 passaggi e 1.141.838 presenze); Folgaria/Ski Area Folgaria - Fiorentini: per un totale di 100 km di piste da discesa, oltre 55 km di piste da fondo (417.525 passaggi e 569.891 presenze).
 
Sempre in Trentino sono 34 i militari specializzati impiegati in media giornalmente; 9 motoslitte con colori istituzionali in supporto; 96 akie/toboga dislocate in punti strategici delle piste di competenza; 1796 interventi di soccorso sanitari e di altro tipo di cui 6  gravissimi nei quali appropriate manovre praticate dai carabinieri sciatori hanno consentito di salvare vite umane e 41 la cui gravità ha comportato la collaborazione e il pronto supporto di una eliambulanza
 
Attività di controllo effettuate
3582 persone identificate sulle piste di sci; 203 rifugi e baite; 308 dipendenti stagionali;
 
Attività operativa
Contravvenzioni per mancato rispetto di norme e regolamenti e 416 "ammoniti" e segnalati per comportamento pericoloso dovuto ad ubriachezza; 2  segnalazioni al prefetto per uso di sostanze stupefacenti; 18 denunce all’autorità giudiziaria  per abusivo esercizio della professione di maestro di sci e per altre violazioni di legge; 157 violazioni amministrative tra cui leggi di settore (rifugi, obblighi impiantisti, ecc.); 1 motoslitta multta per illecito utilizzo in aree paesaggistiche (diurno e/o notturno); 74 situazioni di pericolo per l’utente segnalate ai gestori degli impianti e risolte; 9 segnalazione al compente servizio della Provincia per mancato adempimento degli obblighi del gestore in materia di aree sciabili attrezzate; 66 denunce di furto di attrezzatura sciistica acquisite direttamente sulle piste; 84 manifestazioni sciistiche agonistiche (livello internazionale, nazionale, provinciale e locale) per le quali è stato assicurato il servizio di assistenza, sicurezza ravvicinata di soccorso.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli sulle piste da sci: 416 segnalati per ubriachezza

TrentoToday è in caricamento