Cambio di sesso anagrafico, si può fare: il caso trentino alla Corte Costituzionale

La Corte Costituzionale spinge per l'inammissibilità della questione, rimandando alla sentenza del Tribunale civile di Trento che aveva dato parere favorevole alla richiesta di una donna trentina di poter cambiare sesso sui documenti anagrafici, senza sottoporsi ad intervento chirurgico

Questione inammissibile, ovvero si può fare: il giudice relatore della seduta odierna della Corte Costituzionale, Giuliano Amato, ha sollecitato la difesa ad esprimersi per una possibile inammissibilità della richiesta riguardo al  caso della donna trentina che chiede di cambiare sesso anagrafico. A communicarlo è l'avvocato trentino Alexander Schuster che per primo aveva assistito la donna ottenendo la sentenza favorevole del Tribunale civile di Trento. "In altri termini: la sostanza pare non essere in discussione - scrive l'avvocato su facebook -. L'Italia si avvicinerebbe così, una volta per tutte, ai Paesi che sanno guardare avanti, non indietro, quando si parla di diritti umani". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento